Danzaregina

ORDINE DISORDINE TRASFORM-AZIONE Parte 2

Ieri ho pubblicato la prima puntata di questo articolo che puoi leggere a questo LINK.

Ho raccontato parte della mia esperienza di totale pulizia e riordino della casa di Danzaregina secondo i consigli del libro di Marie Kondo “Il Magico potere del riordino”, che come potrete scoprire ho seguito in gran parte, ma adattandolo poi per alcune cose al mio stile di vita e alla mia casa. Torniamo a noi e proseguiamo con…

GIORNO 4 – GIOVEDI’ – LENZUOLA/COPERTE/ GENERI ALIMENTARI

Al risveglio ho sentito forte il desiderio di fare ordine nel mio cassettone sotto il letto, dove tengo lenzuola e coperte. Sono riuscita, a differenza di altri tentativi, a fare piazza pulita e a eliminare alcune lenzuola che tenevo ormai li da parte solo perchè è un peccato buttarle…basta, ho preso il coraggio a quattro mani e le ho definitivamente eliminate ( anche se poi vi racconterò che non le ho buttate via, dato che sono anche ecologista). Lo stesso per alcuni copriletto che erano ormai andati fuori utilizzo sia per essere troppo consumati che fuori tempo. Dopo la biancheria da letto, sono finalmente passata nella zona principale della casa, il soggiorno e cucina insieme, iniziando a mettere mano alla dispensa dei cibi. Seguendo le istruzioni di Marie Kondo, fuori tutto sul tavolo, ho selezionato ciò che volevo conservare ed è stato abbastanza semplice per gli alimentari, a parte un prodotto non più commestibile che aveva deciso di essere un nido per le “farfalline”, tutto il resto è rimasto senza troppi sprechi. Ho però dato una super ripulita a tutti i mobili, cambiato alcune scatole e insomma fatto quelle pulizie che fanno tanto bene sia a te che all’energia della stanza.

GIORNO 5 – VENERDI’ – STOVIGLIE /TAZZE/PIATTI/BICCHIERI E LIBRI

Da giovane ero una collezionista di tazze, ne avevo oltre 100 ma già le avevo ridotte due anni fa, scartandone un sacco e tenendone in una credenza chiusa un’altra 30ina, oltre alle 20 che utilizzo di solito alternandole tutte ( e non so come ci riesca…). A questo giro mi sono decisa e le ho posizionate tutte fuori sul tavolo (come nella foto dell’articolo), le ho guardate, ho esitato qualche minuto, non sapevo cosa fare e poi ho ascoltato le mie emozioni e ho proprio sentito quelle tazze esistere solo ed esclusivamente nel passato. Nel mio presente non c’è tutto quello spazio per le tazze e quindi VIA, le ho lasciate andare. Lo stesso per tanti piatti che avevo conservato da altri anni senza avere il coraggio di liberarmene. Uguale per i bicchieri che tenevo per le cene probabilmente pensando di invitare tutto il paese, non lo so neanche io perchè tengo e teniamo tutta questa roba. A quel punto mi sono domandata cosa fare di tutto quello che stavo scartando, perchè il mio animo ecologista non mi permetteva semplicemente di portare tutto in discarica. Avevo iniziato a mettere da parte alcune cose da regalare ad amici e parenti ( cosa che sto ancora facendo) ma ho deciso di portare questi oggetti a un’associazione che poi li rivenderà per finanziare le proprie attività, in modo da rimetterle tutto in circolo e non lasciare morire tutto. (ho deciso di portare tutto a Mani Tese per la cronaca).

Nel pomeriggio mi sono dedicata a una parte difficilissima I LIBRI! So che è un grande ostacolo per molte persone, e io mi ci sono fiondata senza paura con alle spalle l’esperienza di due anni fa che è stata fondamentale per riuscire ad affrontare questo giro. Ho messo tutti i libri sul pavimento, prendendoli dalla libreria ma anche dalla camera (vedi foto dell’articolo della parte 1) e poi ho iniziato la danza della selezione dei libri…uno ad uno li prendevo in mano e sfogliandoli ho ascoltato se volevano ancora stare con me oppure no. Un bellissimo momento in cui ho sentito proprio che il presente è infinito, ci può stare tutto quello che desideriamo ed è fondamentale però capire e contattare quello che vogliamo e “scartare” quello che non fa parte del presente. Questa esperienza che ho vissuto con i libri e con tutte le categorie, è estendibile a tutti gli ambiti della nostra vita. Ed è proprio per questo che ho sentito il riordino fondamentale anche per l’impostazione della nuova vita. Per quanto riguarda i libri, ho scelto di regalarli facendo delle foto con i titoli e mandandoli alle persone in modo da farli circolare, cosa che amo particolarmente associata all’idea della cultura e dello scambio di conoscenza che viaggia tra le persone.

GIORNO 6 -SABATO – CD E DVD

Arrivata a questo punto è stato per me un grande successo dedicarmi al piacere di ricontattare, salutare e benedire tutti i miei cd musicali accumulati negli anni di vita che hanno accompagnato ogni singolo momento. Ammetto che per questo settore è stato molto complesso e ammetto anche che ne ho eliminati pochissimi (tipo una ventina) ma ho anche scelto di non eliminarli, ripromettendomi però di farli girare spesso e di ascoltarli e di tenerli in vita. Ho fatto questa promessa ai miei cd, dicendo loro anche che se entro un anno non avverrà ciò, li farò girare e darò loro nuove speranze di essere ascoltati. Ognuno ha i suoi punti deboli: la musica, la sua varietà e abbondanza sono sicuramente il mio; un pò per passione un pò per “lavoro” amo spaziare e ascoltare tutto e amo farlo anche con i cd, in quanto il suono e la frequenza arrivano puliti e carichi, senza compressioni e variazioni date a volte da file trasformati sul pc. Qualche amico super tecnologico mi ha consigliato di trasferire tutta la mia musica archiviandola su pc, ma per ora non sento la necessità, amo il cd fisico, i colori della copertina e per fortuna in autmobile li posso ancora ascoltare… poi al prossimo riordino vedremo.

Per quanto riguarda i dvd invece la questione è stata molto semplice: ne ho una trentina e ne ho scartati 3. Amo i film e il cinema ma ho sempre avuto il desiderio di possedere pochi titoli, quelli che amo di più in assoluto e che ogni tanto sento la voglia di rivedere. Anche questa giornata è stata molto interessante per conoscermi e andare dentro di me attraverso soprattuto l’ambito a me caro della musica e dei suoi immensi colori, profumi e sapori da tutto il mondo…

Manca ora una parte fondamentale: ultimo giorno per soprammobili e oggetti misti quali collanine, orecchini e soprattutto il cassetto dei ricordi….anche in questo caso per non fare un articolo troppo lungo, vi rimando a domani per la terza e ultima parte di questo viaggio insieme.

Come ieri vi riporto i riferimenti per acquistare il libro di Marie Kondo, usando il mio codice in modo da dare una piccola commissione anche a me.

Marie Kondo – ” Il Magico Potere del Riordino”

Per ordinarlo clicca questo LINK

A domani Regine e Re! OLE’

Articoli Recenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi