Danzaregina

SI VIAGGIARE

Si viaggiare

evitando le buche più dure

senza per questo cadere nelle tue paure

gentilmente senza fumo con amore

dolcemente viaggiare

rallentando per poi accelerare

con un ritmo fluente di vita nel cuore

gentilmente senza strappi al motore

e tornare a viaggiare

e di notte con i fari illuminare

chiaramente la strada per saper dove andare

con coraggio genitlmente, gentilmente

dolcemente viaggiare

(LUCIO BATTISTI)

Lo so, lo so che avete cantato mentre leggevate il testo sopra…. e magari anche ad alta voce se intorno a voi non c’era nessuno… e sapete che vi dico?? avete fatto bene!! Questo articolo è dedicato a una delle mie grandi passioni cioè viaggiare. In questo mese di giugno è capitato che due mie grandi passioni si siano unite permetttendomi di realizzare un sogno: viaggiare e danzare insieme, un viaggio con obiettivo danzante e una danza con compreso il viaggio. Sono stata infatti per un breve tour di Danzaregina nel Lazio, prima vicino a Roma sul mare, esattamente a Ladispoli e poi vicino a Bracciano, a Vejano e Capranica. In entrambe le occasioni sono stata ospite di amici che mi hanno accolto a braccia aperte e che ringrazio di tutto cuore; sono stata accolta esattamente come amo io trattare i miei ospiti, nella semplicità dell’accoglienza con cura e amore e nella gioia del tempo di qualità passato insieme. Durante questo viaggio ho potuto anche realizzare il sogno di viaggiare danzando e danzare viaggiando; grazie infatti a chi ha creduto in me, abbiamo organizzato due eventi di Danzaregina, uno a Ladispoli dedicato alla Gioia del cuore e uno a Vejano dedicato al contatto con la Terra. Il primo evento è stato un momento molto intenso, con una grande risposta dalle persone e per me è stata una prova molto interessante portare danzaregina in territorio nuovo e ancora inesplorato con persone nuove tutte da conoscere, ma con le quali subito ho sentito una grande sintonia. Questo è il potere del linguaggio della danza e della musica, unire oltre la distanza e oltre i confini ( anche se solo regionali). Ringrazio tutti per aver aperto le vostre porte interiori e avere accolto una danzatrice, esploratrice e esservi affidati a lei per esplorare la gioia nei vostri cuori.

Il secondo evento previsto invece è stato rimandato per le poche presenze e sinceramente anche questa per me è stata una prova di trasformazione e possibilità di imparare a fluire con gli eventi. Infatti oltre alle teorie che possiamo leggere e studiare, la vita poi è la vera maestra e ci insegna ogni momento tantissime cose su di noi, costantemente, se solo sappiamo stare in ascolto. Avrei potuto arrabbiarmi, disperarmi oppure rimanerci male…e invece ho respirato e mi sono aperta a qualcos’altro che la vita mi stava offrendo… e questo qualcos’altro non ha tardato ad arrivare: il dono è stato un Bagno di Bosco guidato da Daniela Oroni, un’esperienza di immersione profonda nella natura, alla quale dedicherò presto un nuovo articolo. Spesso fluendo con la vita, arrivano regali inaspettati e soprattutto perfetti per il nostro cammino.

Il terzo giorno invece è stato trascorso visitando la città di Roma come turista solitaria e curiosa. E’ stato bellissimo in certi momenti sentire queste parole dentro “rallentando per poi accelerare”, mi venivano in mente mentre camminavo per la città a volte rallentando e facendomi guidare dall’intuito, altre invece accelerando per raggiungere alcune mete che mi stavo prefissando.

Sono un Sagittario, ebbene sì lo dichiaro apertamente e viaggiare fa parte del mio DNA. Ogni viaggio è una trasformazione, anche una semplice (apparentemente) trasferta di soli 3 giorni a Roma. E da quando sono tornata sento forte la spinta nuovamente per partire e per esplorare nuovi territori, anche se sempre tengo ben presente la continua esplorazione anche di nostri territori interiori o come le chiama la mia cara amica Raffaella Resnati “Le Terre dell’Essere” (espressione che è anche il nome della sua attività e progetto). Sono profondamente convinta che ogni momento sia un piccolo viaggio dentro, la trasformazione è costante sia viaggiando nel mondo che viaggiando nei propri mondi interiori. Detto questo, ovunque tu sia, se vuoi portare Danzaregina nella tua città, stato o paese contattami e potremo organizzare insieme un evento di Danza del Cuore tra Terra e Cielo.

Vi lascio con una frase che amo moltissimo:

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”

Marcel Proust

Vi abbraccio con Amore

Articoli Recenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi